Chef stellati

Bruno Tassone

Meticolosità, determinazione e umiltà: sono questi gli aggettivi che lo descrivono meglio.

Nato a Soriano, un paesino del vibonese, classe ’89. Fin da piccolo ha mostrato interesse per la cucina, passando le domeniche mattina con le mani in pasta o nella preparazione dei dolci, sempre, insieme a sua mamma.

È stata proprio lei ad avergli trasmesso l’amore per la cucina. All’età di 15anni si ritrova ad osservare ed aiutare tra i fornelli del ristorante di famiglia, soprattutto nel periodo estivo.
Dopo aver frequentato l’istituto alberghiero, decise di intraprendere il percorso ALMA, Scuola Internazionale di Cucina Italiana, guidata dal rettore Gualtiero Marchesi. È stata una bellissima esperienza, sia all’interno della scuola che nello stage a seguire, fatto a Cattolica dallo Chef Raffaele Liuzzi nel suo ristorante “Locanda Liuzzi”, dove Tassone ha appreso molto.
Finita questa meravigliosa esperienza, ha deciso di rientrare in Calabria e mettersi in gioco esattamente dove è cresciuto, nel ristorante di famiglia, prendendone le redini e guidandolo secondo la sua idea di cucina: rispetto e valorizzazione verso la materia prima, seguendo la stagionalità, soprattutto quella che il territorio offre.
Propone esperienze degustative che lo rappresentano di più: dalla delicatezza degli accostamenti innovativi all’istinto della creatività, sperimentando, anche dagli errori, di suggestionare le persone che vanno a trovarlo.
 
Dietro c’è molta passione, cura del dettaglio e soprattutto studio, ma anche di esperienze fatte al di fuori del proprio ristorante, come quella fatta dallo Chef Riccardo di Giacinto all’Oro Restaurant di due anni fa, quando il pensiero di pandemia e guerra non esistevano proprio nella nostra mente.
Carrello
Scroll to Top